Cari Utenti, come forse avrete appreso dai media abbiamo dovuto adeguarci ad un provvedimento giudiziario che ci chiede di essere molto severi nella verifica dei contenuti degli annunci nella sezione incontri: alcuni di questi annunci sono in questo momento giudicati dalla magistratura "prodromici alla prostituzione" e quindi illegali. Questo ha portato ad un temporaneo oscuramento del sito di cui ci rammarichiamo.

Ora come voi tutti potete notare la sezione incontri è rimasta chiusa ma ciò non vuol dire che sia morta. Lo staff di Bakeca e i suoi avvocati stanno lavorando affinchè la giustizia stabilisca se la sezione incontri, fondamentale per un sito LIBERO e generalista quale Bakeca è, possa di nuovo essere accessibile a chiunque (purchè maggiorenne) senza incorrere in ulteriori provvedimenti restrittivi. I tempi tecnici della revisione del provvedimento sono abbastanza corti ma si tratta comunque di giorni piuttosto che di ore.

Il nostro presidente Paolo Geymonat (purtroppo deceduto il 13 settembre scorso) aveva già rivolto un appello tempo fa alla nostra community affinchè collaborasse con noi per salvaguardare questo spazio di visibilità in larga misura gratuito. Lo staff di Bakeca vi ripropone qui tale e quale questo appello, ritenuto quanto mai attuale.



Cari Utenti,

Capisco tutte queste critiche.

Bakeca è oggetto di una indagine giudiziaria sul tema della prostituzione e l'adozione di norme ultra restrittive nei contenuti testuali e nelle foto è frutto di indicazioni dei nostri legali e della stessa procura che sta indagando su di noi per tutelare il lavoro dei nostri 50 dipendenti e collaboratori, la nostra azienda e il servizio che offriamo ai nostri utenti.

La prima missione di Bakeca è tutelare la libertà di espressione dei nostri utenti. Da sempre abbiamo voluto combattere per offrire a tutti uno spazio di libertà. LIBERTA' DI ESPRESSIONE.

Come mai allora oggi siamo qui a "censurare", cancellare, mutilare alcuni annunci? Semplicemente perché il loro testo può essere considerato prodromico all'esercizio della prostituzione. Non è sufficente, secondo la procura che sta indagando su di noi, che non siano indicati nell'annuncio riferimenti espliciti o impliciti al pagamento di prestazioni sessuali, gli annunci NON DEVONO ESSERE EQUIVOCI.

Ecco cari utenti, care ragazze e cari ragazzi cari gay, care lesbiche, cari transessuali, noi abbiamo lavorato per voi perché tutti potessero avere questo spazio di libertà dove poter pubblicare i propri annunci..... oggi ci troviamo costretti a censurare e tagliare molti vostri annunci perché vogliamo difendere la VITA DELLA NOSTRA AZIENDA: il nostro posto di lavoro e il vostro posto di libera espressione.

Aiutateci, vi prego. Aiutateci a moderare i toni degli annunci. Chi vuole incontrare una persona, per una vita o per una notte, sia moderata nei termini perché il suo annuncio potrebbe essere interpretato male e trascinare Bakeca in un campo dove non vogliamo entrare: la PROSTITUZIONE.

In Italia la prostituzione è legale. Questo vuol dire che ognuno, in privato è libero di fare del suo corpo e dei suoi sentimenti cio' che vuole. ED E' GIUSTO CHE SIA COSI' !! Ma è VIETATO FAVORIRE LA PROSTITUZIONE e Bakeca SI SCHIERA CONTRO CHI SFRUTTA E FAVORISCE LA PROSTITUZIONE !!!! Quindi non vogliamo diventare un sito di prostitute! Un sito che favorisce la prostituzione, un sito che permette la pubblicazione di annunci prodromici alla prostituzione.

VOGLIAMO ESSERE UN SITO LIBERO. UN SITO DOVE TUTTI: GAY, LESBICHE, TRANSESSUALI, ETEROSESSUALI liberamente possano pubblicare un loro annuncio per cercare un incontro. VOGLIAMO FAVORIRE GLI INCONTRI, non la prostituzione! SENZA IL VOSTRO AIUTO E LA VOSTRA COMPRENSIONE NON CE LA POTREMO MAI FARE. Se non ci aiutate moderando i contenuti dei vostri annunci non riusciremo a controllare tutti gli annunci: sono troppi!! BAKECA E' CONTRO LO SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE: BAKECA VUOLE VIVERE, BAKECA VUOLE CONTINUARE A TROVARE CASA E LAVORO a milioni di italiani e vuole anche continuare ad offrire, nella sua sezione Incontri, uno spazio di libertà. MA NON VUOLE ESSERE CONFUSA CON CHI SFRUTTA E FAVORISCE LA PROSTITUZIONE ALTRUI. CHIEDO AIUTO AI NOSTRI UTENTI: SAPPIATE MODERARE I TONI DEI VOSTRI ANNUNCI E BAKECA VIVRA' E CONTINUERA' A OFFRIRE A TUTTI LIBERTA' DI ESPRESSIONE E LIBERTA' DI PUBBLICAZIONE DEGLI ANNUNCI!!

Grazie e chiedo infinite scuse a tutti coloro che si vedranno tagliare i propri testi perché magari una parola è finita nelle maglie dei filtri . VI CHIEDO SCUSA MA CERCATE DI CAPIRE CHE BAKECA VUOLE VIVERE E HA BISOGNO DELLA VOSTRA COLLABORAZIONE.

Paolo Geymonat

13/08/2009


Utilizzando questo sito web acconsenti all’uso di cookie propri e di terzi, per migliorare l'esperienza di navigazione. Per saperne di più clicca qui. Non mostrare più