Leonardo Sciascia, I pugnalatori-La scomparsa di Majorana, 1977.

8 €
01/06/2018
Salva nei preferiti Preferito
DETTAGLI
Prezzo: 8 €
Inserzionista:  Privato
Tipo di annuncio:  Vendo
Annuncio per:  Libri
Comune: Palermo
DESCRIZIONE
Leonardo Sciascia

I pugnalatori
La scomparsa di Majorana

Club degli Editori
Maggio 1977

Copertina rigida con sovraccoperta illustrata a colori, rilegatura editoriale, pagine 178, formato cm. 13,5X21.

Stato di conservazione: ottimo pari al nuovo come mostrano le fotografie


Leonardo Sciascia (Racalmuto, 8 gennaio 1921 – Palermo, 20 novembre 1989) è stato uno scrittore, giornalista, saggista, politico, critico d'arte, poeta e drammaturgo italiano.
Spirito libero e anticonformista, lucidissimo e impietoso critico del nostro tempo, Sciascia è una delle grandi figure del Novecento italiano ed europeo. All'ansia di conoscere le contraddizioni della sua terra e dell'umanità, unì un senso di giustizia pessimistico e sempre deluso, ma che non rinuncia mai all'uso della ragione umana di matrice illuminista, per attuare questo suo progetto. All'influenza del relativismo conoscitivo di Luigi Pirandello si possono ricondurre invece l'umorismo e la difficoltà di pervenire a una conclusione che i suoi protagonisti incontrano: la realtà non sempre è osservabile in maniera obiettiva, e spesso è un insieme inestricabile di verità e menzogna.
Dal 1979 al 1983 fu deputato del Partito Radicale.


I pugnalatori
I Pugnalatori è un saggio storico pubblicato da Leonardo Sciascia nel 1976. La ricostruzione storica verte attorno ad una strana serie di delitti che avvenne a Palermo durante la notte del 1º ottobre 1862. In tredici luoghi diversi della città tredici persone tra loro sconosciute vennero pugnalate contemporaneamente suscitando grande clamore e mistero nella città. Il saggio ricostruisce il processo condotto da Guido Giacosa, onesto magistrato piemontese appena giunto in Sicilia, che svelerà alcuni dei retroscena di un complotto teso a destabilizzare la situazione del nascente stato Italiano. Il testo è permeato dal pensiero dello scrittore, che molto spesso ha subito l'influenza dei misteri dell'Italia e della Sicilia.

La scomparsa di Majorana
La scomparsa di Majorana è un saggio del 1975 di Leonardo Sciascia fondato sul noto episodio di cronaca della presunta morte, nel 1938, del fisico siciliano Ettore Majorana. Sciascia raccoglie le notizie frammentarie sul fatto, le dichiarazioni di persone vicine a Majorana rielaborandole in modo personale, affascinante e suggestiva, a tratti quasi romanzata, delineando in modo efficace la peculiare personalità del personaggio, giocando con il mito dell'intelligenza suprema e delle sue presunte capacità profetiche nonché con le sue contraddizioni. Comparve per la prima volta sul quotidiano torinese «La Stampa», in 8 puntate, dal 31 agosto al 7 settembre del 1975. Nell'ottobre di quello stesso anno Einaudi provvide a rilasciarlo in volume. Come si evince da alcune lettere ritrovate nel 2012, durante le fasi del trasloco della redazione de «La Stampa», e pubblicate in un articolo sullo stesso quotidiano da Vittorio Sabadin, fu lo stesso Sciascia a proporre al direttore Arrigo Levi e al vicedirettore Carlo Casalegno la pubblicazione in anteprima sul quotidiano.


Spese di spedizione Euro 2 con posta "piego di libri - non tracciabile", opportunamente protetto in custodia di cellofan e inviato dentro apposita busta postale d'aria.

Non è prevista la consegna brevi manu

Pagamento:
postepay
bonifico bancario
vaglia postale
RISPONDI
RISPONDI

Annunci gratuiti a Palermo